Qual’è il Portafoglio criptovalute più sicuro?

Quanto è importante la scelta del portafoglio criptovalute?

Dovresti chiederlo a Stefan Thomas, un programmatore di origine tedesca che vive a San Francisco, che grazie a Bitcoin ha accumulato una fortuna di circa 140 milioni di dollari.

Tutta la sua fortuna è contenuta in un piccolo disco rigido, che contiene le chiavi private di un portafoglio digitale che contiene 7002 Bitcoin.

Anche se nell’ultimo anno il prezzo di Bitcoin è sceso drasticamente raggiungendo un minimo al di sotto dei 19.000 dollari, Thomas è ancora multimilionario, con la possibilità di moltiplicare la propria fortuna quando e se il prezzo di Bitcoin dovesse salire.

Il problema è che Thomas, qualche anno fa, ha perso il foglio in cui aveva segnato la password per il suo portafoglio, il quale forniva la possibilità agli utenti di commettere fino a 10 tentativi prima del blocco del suo contenuto per sempre. Da allora ha provato otto delle sue formule di password più comunemente utilizzate, senza alcun risultato.

Insomma, Thomas è a due tentativi dal perdere per sempre la propria fortuna di circa 140 milioni di dollari.

Un vero e proprio incubo, che non lo fa dormire la notte!

Nel mondo delle criptovalute è facile commettere errori molto costosi, perciò in questo articolo ti aiuteremo a valutare i migliori portafogli criptovalute per dormire sonni tranquilli.

portafoglio criptovalute
Portafoglio criptovalute: Paper Wallet, Hardware Wallet e Software Wallet, qual è il migliore?

Portafoglio Criptovalute: Hardware Wallet, Software Wallet, Paper Wallet

Viene il mal di testa a pensare a quante soluzioni esistono in termini di portafoglio criptovalute, e qui vorremmo fare un po’ di chiarezza, dal nostro punto di vista.

Qualcuno sostiene che il Paper Wallet è in assoluto il portafoglio criptovalute più sicuro, ma noi non siamo totalmente d’accordo (anche se è semplicissimo da creare per un nuovo utente, seguendo ad esempio le istruzioni su bitaddress.org, dove creare un indirizzo valido e le due chiavi, una pubblica ed una privata).

In tanti anni di esperienza sul campo, riteniamo che un solido Hardware Wallet sia una soluzione assolutamente perfetta ed affidabile, sia per chi fa trading che per gli investitori di lungo termine.

Il paper wallet richiede la conservazione in luogo sicuro in quanto chiunque lo abbia in mano può visualizzare e spendere i fondi nel portafoglio criptovalute, senza ulteriori misure di sicurezza.

Ma qual è la differenza tra Paper, Hardware e Software wallet?

Gli Wallet crypto, o in italiano portafoglio criptovalute, sono lo strumento che i trader ed investitori utilizzano per conservare le proprie criptovalute.

I portafogli non contengono le criptovalute, contrariamente a ciò che pensano gli inesperti, ma contengono le chiavi per accedere alla blockchain di riferimento, cioè un codice di accesso univoco e personale che identifica il proprietario in modo sicuro e non violabile.

La scelta del portafoglio criptovalute dovrebbe basarsi su 3 fattori fondamentali:

  • Tipo di archiviazione.
  • Misure di Sicurezza.
  • Facilità d’uso.

Portaglio Criptovalute: il Paper Wallet

Se devi optare per un portafoglio criptovalute affidabile, il Paper wallet è una soluzione molto valida, perché non è altro che un pezzo di carta su cui vengono stampati degli indirizzi e delle chiavi private.

Vuoi controllare il saldo?

Collegati a blockchain.info, inserisci il tuo indirizzo et voilà hai subito le informazioni che cerchi.

Vuoi fare un’operazione di vendita?

Ti serve un software in cui dovrai immettere anche la chiave privata per confermare la tua identità

Ma attenzione, perchè chiunque acceda al vostro paper wallet potrà fare lo stesso, quindi potrà disporre di tutte le autorizzazioni per visualizzare e spendere le tue criptovalute, perciò conservalo in modo riservato.

Come si crea un Paper Wallet?

Prima di tutto, vai su bitaddress.org e crea il tuo indirizzo valido in modo del tutto casuale, in modo che sia unico ed irripetibile.

Portafoglio criptovalute: come creare un paper wallet in pochi click (parte 1)

Muovendo il mouse sullo schermo vengono tracciati dei puntini e dovete continuare a farlo finché non raggiungete il 100%, momento in cui potrete cliccare su Paper Wallet e scaricare la vostra copia di chiavi, privata e pubblica, da stampare.

Portafoglio criptovalute: registrazione su blockchain.info

Per acquistare e vendere le tue criptovalute, puoi importare il tuo wallet in blockchain.info oppure utilizzare altri wallet/exchange simili.

Per importare il paper wallet è sufficiente scaricare l’app ed utilizzare le chiavi, privata e pubblica per completare l’operazione facilmente, inquadrando il QR code.

Portafoglio criptovalute: Hardware Wallet

Secondo la nostra esperienza un hardware wallet è una soluzione affidabile e sicura poichè offre una doppia sicurezza, ossia quella della password di accesso, oltre al fatto che i tuoi dati sono offline, e quindi non attaccabili.

Questo sistema è di certo il più affidabile, a condizione che non perdi la password di sicurezza come Stefan Thomas!

Se sfortunatamente dovresti smarrire questa password, la soluzione più semplice (oltre a quella di avere la chiave privata) per recuperare il tuo wallet è quella di avere il seed, un insieme di 12/24 parole, che permette di rigenerare il tuo portafoglio criptovalute.

Gli hardware Wallet più famosi sono 2, il Ledger ed il Trezor, che arrivano in diverse versioni per tutte le tasche.

Ce ne sono altri meno conosciuti, ma data la nostra esperienza, senza dubbio ci sentiamo di consigliare uno di questi due per maggior sicurezza e praticità. Gli Wallet devono essere acquistati rigorosamente nei siti ufficiali, per evitare possibili manomissioni.

Il Ledger S plus costa 79 euro ed è un entry level

Il Ledger X costa 149 euro

Il Trezor Model One costa 84 euro ed è un entry level

Il Trezor Model T costa 267 euro

Un portafoglio criptovalute hardware deve avere queste caratteristiche:

  • Supportare numerose criptovalute e token.
  • Gestire più coins contemporaneamente
  • Avere standard elevati di sicurezza.
  • Avere la capacità di trading mobile, attraverso una app di gestione sullo smartphone
  • Connettività Bluetooth.

Portafoglio Criptovalute: Software Wallet

Di certo il software wallet è molto più pratico degli altri due, ma è online e quindi c’è sempre il rischio (anche se remoto) di essere attaccabile da qualche malintenzionato.

Exodus è un portafoglio criptovalute crittografico per desktop, tra i migliori per la velocità delle transazioni, per facilità d’uso e le funzioni del client.

Exodus ora ha anche un’app per iOS ed Android ed è compatibile con Trezor, il che gli conferisce una doppia funzionalità, cioé doppia protezione.

Questo portafoglio supporta oltre 145 criptovalute.

Anche Electrum è un’ottima soluzione, forse tra le più longeve, perché esiste dal 2011 ed è uno tra i più conosciuti per Bitcoin, inizialmente unica valuta disponibile.

Da segnalare alcune funzionalità uniche, come ad esempio il regolamento delle commissioni, che possono ridursi a seconda del tempo che sei disposto ad attendere per completare la transazione, cioé più paghi e più è rapida la transazione.

Il client è disponibile per varie piattaforme ed è davvero leggero, circa 31MB di download per la vesione windows.

Portafoglio criptovalute: Electrum è un client leggerissimo

Segnaliamo anche Trustwallet, un portafoglio criptovalute crittografico open source, che consente di collegarsi a numerose applicazioni esterne come ad esempio le DApp (applicazioni decentralizzate) ed ha un browser integrato per acquistare anche tramite DEX (scambio decentralizzato).

Facendo qualche ricerca su google alla voce portafoglio criptovalute, trovi molte altri player, tra cui Metamask, Coinomi, Coinbase Wallet, Mycelium e chi più ne ha più ne metta, ed ognuno affronta in modo specifico le esigenze dell’investitore, quindi se hai un po’ di tempo, puoi capire da solo qual è il più adatto a te.

Exchange o Wallet?

Facciamo un distinguo tra wallet privati e wallet presso exchange, come ad esempio Coinbase, Binance, etc…

Paper Wallet, Hardware Wallet e Software Wallet sono privati, cioé hai tu il controllo dei tuoi soldi, grazie alle chiavi di accesso, privata e pubblica, e quindi hai un maggiore controllo, ed in questo caso sei la banca di te stesso.

Al contrario, un portafoglio presso un exchange è come un conto presso una banca privata, che conosce tutte le chiavi di accesso ai tuoi soldi e li conserva per te.

In base al valore complessivo dei tuoi investimenti ed allo specifico tipo di operatività che hai, valuta bene qual è la soluzione migliore per te.

Conclusioni sul portafoglio Criptovalute

Anche se noi abbiamo una preferenza per un solido hardware wallet, pratico e sicuro per la nostra attività di trading, non esiste un portafoglio criptovalute migliore in assoluto.

Infatti, se fai trading giornaliero, usare un wallet con la chiave offline può essere lento e macchinoso, ed è meglio in questo caso lasciare le proprie crypto sull’exchange. Se invece vuoi spenderle quotidianamente, un wallet sul telefonino è ottimo per gestire i soldi per le spese di tutti i giorni.

Infine, se sei un investitore di lungo termine, un wallet offline è la scelta migliore.

Leggi questo articolo sul Bias nel trading, che ti svela come alcuni meccanismi, sconosciuti alla maggior parte dei trader ed investitori, incidono sui risultati delle lor

Scarica l'estratto che ti insegna passo passo a fare Trading su Bitcoin

Iscriviti al Canale Telegram

Ricevi gratuitamente le nostre analisi periodiche sui seguenti mercati:

Iscriviti al Canale Telegram

Ricevi gratuitamente le nostre analisi periodiche sui seguenti mercati:

Scarica l'estratto gratuito del Libro

Altri articoli che potrebbero interessarti